You are here
Home > APPUNTAMENTI A TORINO > Dal 5 all’11 c’è il Reset Festival al Cap10100

Dal 5 all’11 c’è il Reset Festival al Cap10100

Un fitto programma di concerti, incontri e workshop formativi, spalmato in sette giorni dedicati alla musica emergente, con musicisti e addetti ai lavori intenti a condividere esperienze e creare sinergia. È ciò che propone l’ottava edizione di «_resetfestival», dal 5 all’11 settembre al Cap10100 di corso Moncalieri 18, con ingresso gratuito. Organizza Associazione Verve (www.resetfestival.it ).

 

Il festival si divide in due segmenti: il «_rehub», dal 5 all’8 settembre, che lega progetti musicali emergenti e start-up innovative, e il vero e proprio «_resetfestival», dal 9 all’11 settembre, tra incontri, concerti e aftershow.

 

Il varo della kermesse è previsto lunedì 5 alle 19 con l’incontro «Le buone pratiche delle istituzioni nel settore musica e cultura» condotto dall’assessore regionale Antonella Parigi che espone il progetto Hangar Piemonte e dalla cantante Tosca che illustra il laboratorio «Officina delle arti Pier Paolo Pasolini».

 

Si prosegue con le altre iniziative quotidiane «_rehub» fino a giovedì 8: dalle 9,30 alle 18,30 c’è la «sala co-working» per la creazione di sinergie tra addetti ai lavori di tutta Italia; al mattino, dalle 9,30 alle 13 in «Make!», la band De Salice, Nabel, Le Formiche e Hit-Kunle vengono affiancati da Ale Bavo per la produzione di un brano, mentre dalle 14,30 alle 16,30 si svolge il percorso formativo «Hangarmusic» su comunicazione, fundraising, management e live, seguito dagli incontri «music innovation hub» con musicisti, start-up e i partecipanti della sala co-working.

 

Alle 21, attività culturali per il pubblico: lunedì 5 «La Torino di Fred», martedì 6 «Cantautori in canottiera», mercoledì 7 «Cinema in terrazza» e giovedì 8 «Io sono la musica che ascolto», con quest’ultimo che manda sul palco i quattro gruppi del «Make!» e che cede il testimone al «_reset», al via il giorno seguente: venerdì 9 e sabato 10 dalle 14,30 sono previsti gli incontri «Talk!» sui temi comunicazione, fundraising, produzioni e diritti d’autore alla presenza di artisti italiani e stranieri che portano la loro esperienza diretta, oltre agli «speaker’s corner» (monologhi di 15 minuti su argomenti vari).

 

I live sono distribuiti tra il 9 e 10, dalle 20,30, con i gruppi selezionati da «Call»: Smoke The Bees, Little Pieces of Marmelade, Est-Egò, Leila, Osc, Mesa, Sara Magdalena, Cortex, Prison Punk, Francesco La Neve Cautamente Ovunque, Madyon, Salvario, Nirowa, Kafka Sulla Spiaggia, La Municipal, Elephant Brain, Itto, Marat, Liede, Niccolò Francisci, Il Pigiama.

 

Dopo i concerti, aftershow, con ospiti il 9 settembre The Winstons, super-band psych-prog formata da Roberto Dellera (Afterhours), Enrico Gabrielli (Calibro 35, Pj Harvey) e Lino Gitto. Chiusura domenica 11 con il Tavolo dei Festival (ore 14) e il Sofarfest (17,30).

Sorgente: Dal 5 all’11 c’è il Reset Festival al Cap10100 – La Stampa

Top